La Nuova Caledonia

nuova caledoniaLa Nuova Caledonia è un'isola posta a circa 1.500Km ad Est dell'Australia, nella parte parte più meridionale della Melanesia. Gli abitanti sono chiamati kanak; la popolazione, che parlava 28 lingue differenti, era divisa in villaggi ciascuno col proprio capo.
 
Nella società kanak vi era un equilibrio ideale nella competizione, per il prestigio ed il potere. Il capo incarnava i valori fondamentali della società. La sua posizione era però instabile: poteva essere sostituito se infrangeva la consuetudine o se andava in contro a ripetuti insuccessi, prova quest'ultima della disapprovazione degli antenati. Per equilibrare e controllare l'esercizio delle autorità e frenar egli effetti autoritari del potere politico, esistevano delle istituzioni di controllo, quale quella dei signori della terra. Costoro erano gli anziani che, in contatto con gli spiriti ancestrali, amministravano le terre del clan e si consideravano custodi e responsabili della comunità. Il potere del capo era quindi legittmato dagli anziani e dagli spiriti degli antenati.
 
L'EPOCA COLONIALE
L'epoca coloniale alterò l'equilibrio del potere, soprattitto per quello che riguardava il suo esercizio e le relazioni di scambio. Inizialmente gli europei entraroni in rapporto solo con i grandi capi, ignorando le istituzioni di controllo sul potere, quali il consiglio degli anziani e dei signori della terra.
Questo favorì i capi ambiziosi che, nei primi decenni del XIX secolo, grazie alla presenza dei missionari, rafforzarono la loro posizione aumentando il potere anche attraverso il monopolio ed il controllo dell'acceso ai beni europei.
Alla fine dell'1800 il governo coloniale francese spostò gran parte delle colonie nelle riserve e la terra divenne di proprietà pubblica sotto il controllo dei capi nominati dell'amministrazione. In queste riserve part edel territorio fu legalmente assegnati ad uso esclusivo del capo che così si svincolo dai signori della terra. La popolazione però continuo a dipendere di fatto, per lo sfruttamento della terra, dalla benevolenza e dalla generosità proprio dei signori della terra. che, quasi sconosciuti all'amministrazione, acquisirono una considevorevole autorità nelle riserve, ricreando così il tradizionale equilibrio con i capi politici.

Stampa Email