Australia: farmaco sviluppato dal sangue dello squalo approvato per la sperimentazione umana

sharkSYDNEY, 30 gennaio (IVANPERCIBALLI.COM) - Un farmaco sviluppato dai ricercatori australiani proveniente da un anticorpo scoperto nel sangue di squalo è stato approvato per la sperimentazione umana.

Il farmaco, sviluppato dai ricercatori della Melbourne's La Trobe University, sarà testato su pazienti che soffrono di una serie di gravi problemi di salute dopo aver ricevuto un finanziamento di milioni di dollari.

In laboratorio, il farmaco è riuscito a impedire con successo la fibrosi: la formazione di tessuto connettivo che si addensa e crea cicatrici, causando danni irreparabili.

Il farmaco, che si basa su una proteina umana costruita come quella dell'anticorpo squalo, si sta testando anche per il trattamento della fibrosi polmonare, reni, occhi, pelle, fegato e cuore.

"La fibrosi è il risultato finale di molte di malattie e può essere mortale" Mick Foley, dalla Trobe Istituto La ¬Molecular per la scienza, così afferma. " Se c'è malattia o lesione in un organo e la ferita cerca di guarire andando in overshoot, si forma troppo collagene e un accumulo di tessuto fibroso, così alla fine provoca l'insufficienza agli organi".
 
Foley, drettore scientifico della biotechnology company AdAlta, ha lavorato con i ricercatori de La Trobe University nello sviluppo del farmaco, ha dichiarato che sono stati destinati per lo sviluppo e la sperimentazione umana del farmaco 7,5 milioni di dollari. La sperimentazione umana avverrà nel 2018.

Foley ha dichiarato che se il sangue di squalo viene iniettato direttamente in un essere umano, il corpo lo riconosce come una molecola estranea e lo rigetta - continua: "Il nostro trucco era quello di fare una molecola in laboratorio che assomiglia a quella dello squalo ma umana in modo che il corpo non la rigetti", ha detto.

Stampa Email