Sostanze dannose per il cuore nel petrolio greggio

greggioSAN FRANCISCO (IVANPERCIBALLI.COM), 31 gennaio - Un team di ricercatori ha identificato una sostanza che può causare gravi effetti cardiovascolari nei pesci esposti a fuoriuscite di petrolio greggio e diffusa in tutto l'ambiente, cosa che potrebbe rappresentare una minaccia globale per la salute umana .

L'inquinante dell'olio, noto come fenantrene, è un tipo di idrocarburo policiclico aromatico (IPA) in acqua, aria e suolo dovuto all'uso diffuso del petrolio.

Gli esperimenti condotti alla Hopkins Marine Station della Stanford, hanno fornito la prova diretta dell'impatto del fenantrene che ha col cuore, mostrando come esso provoca sia battito cardiaco irregolare (aritmia) e più deboli contrazioni delle cellule del cuore in tutte e tre le specie testate: tonno rosso, albacora e sgombri. A livello cellulare, questi pesci sono simili ai vertebrati superiori, tra cui mammiferi e uccelli. Questo suggerisce che i cardio-tossici possono anche agire sul cuore dei vertebrati superiori.

Le sostanze tossiche sono state trovate anche in terra sulla base di deflusso delle acque piovane, nel suolo dei siti industriali, Le IPA sono state studiate come sostanze chimiche cancerogene per quasi cento anni. I rischi per la salute ambientale di fenantrene, in particolare, hanno sempre ricevuto considerazione secondaria confronto ad altri IPA più fortemente implicati nello sviluppo del cancro. l'inquinamento atmosferico urbano, carico di IPA, grazie a questa ricerca è stato associato alla sofferenza cardiaca.
 
"Il meccanismo che altera la funzione cardiaca nei pesci causato dal fenantrene - il canale ionico responsabile del movimento di potassio dalla cellula - è presente anche negli esseri umani" Fabien Brette, ricercatore associato presso l'Università di Stanford e co-autore del documento corrente, è stato citato in un comunicato stampa dalla Stanford. "Quello che abbiamo misurato sulle cellule cardiache dei pesci può
 
Ogni battito del cuore dipende dalla temporizzazione dei canali ionici di apertura e chiusura. Una volta che le cellule del cuore dei singoli tonni sono stati isolate, i ricercatori hanno utilizzato la microscopia confocale e la patch di bloccaggio, una tecnica che permette registrazioni elettriche delle correnti ioniche cardiache.
 
"Nel breve termine, la disfunzione cardiaca in questi pesci può incidere sulle attività realmente metabolicamente come il nuoto o la riproduzione o il foraggiamento. A lungo termine, la funzionalità cardiaca potrebbe compromettersi e essere fatale", ha detto Holly Shiels, professore associato in scienze di vita presso l'Università di Manchester, in Inghilterra e co-autore dello studio.

Inoltre, i ricercatori suggeriscono che il fenantrene atmosferico merita più attenzione per il possibile impatto che potrebbe avere sulla salute cardiovascolare delle persone. "Questo documento dimostra che il fenantrene ha le proprietà di molti farmaci che causano anomalie del ritmo cardiaco, come gravi e potenzialmente letali effetti collaterali", così ha dichiarato John Incardona, un biologo dello sviluppo con il National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA).

Stampa Email